Il mio alter-ego del web

debsmadness_shooting_model_carlo_valli_12

Cosa pensi di me?

Esatto, cosa pensi di me? Proprio tu che stai leggendo. Io credo di sapere cosa pensi, soprattutto se non mi conosci di persona e ti basi solo sull’alter-ego che mostro sui social o sul blog.

Tu pensi che io sia una ragazza di 20 anni (e questo è vero), egocentrica e sicura di sé (anche questo è vero)… poi magari pensi che io sia ricca, che faccia la bella vita, che sia viziata, snob… una tipa superficiale che si crede di essere più diva di Beyoncé. Tutto questo è, invece, quello che ho voluto appositamente farti immaginare.

Sai quando ti dicono che leggendo hai la possibilità di vivere infinite vite, immedesimandoti nel protagonista? Io credo che, per quanto ritenga necessario leggere libri, si possono avere più vite anche facendone a meno. Puoi diventare, o comunque fingerti di essere, ciò che preferisci.

I social media, e il mondo del web in generale, ci permettono di fare questo: di creare delle persone che hanno la nostra immagine, ma che non rappresentano noi stessi (o almeno non del tutto).

Questo è quello che mi sono sempre divertita a fare.

Immaginate una dodicenne sfigata, che si vergogna di dire in giro che gioca ancora con le Barbie e che resta in casa tutto il giorno. Adesso immaginatela qualche anno dopo, più o meno nella stessa situazione, ma che scattandosi qualche foto riesca a diventare qualcun altro.

Mi fingevo determinata e sicura. Sono qualità che a furia di “fingere”, con il tempo, ho acquisito alla grande. Ma inizialmente non era così.

Ero una ragazzina con delle passioni ben precise, ma senza uno scopo definito nella vita; il mio più grande sogno è sempre stato uno solo: farmi temere.

Immagina di camminare per strada e sentirti osservata, perché alla fine tutti ti conoscono e sanno chi sei, ma nessuno ti rivolge quasi la parola. Magari si sentono anche a disagio quando ti vedono.

Ok, ero una bambina un po’ diversa dal normale. Ma questo era il mio sogno: essere invidiata, temuta, odiata… perché avevo ottenuto ciò che volevo.

Così, una volta fissati i miei obiettivi, ho creato un personaggio: debsMadness. Qualcuno di totalmente diverso dalla Debbi di tutti i giorni, ma era qualcuno che mi piaceva essere, o meglio: fingere di essere. Mi fingevo una persona che possedeva tutto ciò che la vera me desiderava.

La creazione di questo alter-ego mi ha portato, almeno inizialmente, solo a giudizi e critiche negative; ma con il tempo mi ha fatto arrivare qui. Dove sono adesso.

Ho persone che mi sparlano dietro, che creano profili “haters” su Instagram, che mi scrivono cose veramente orribili… lo fanno per invidia? Per diletto? Non mi interessa. L’importante è che mi facciano sentire rilevante, o “temuta” come sognavo.

Collaboro con diversi brand e siti di vario genere, lavoro come modella freelance, scrivo articoli per vari magazine e, ovviamente, studio moda. Sono una ragazza determinata che sa quello che vuole e lotta per ottenerlo. Sono egocentrica al punto giusto (o forse troppo, non saprei). Trascorro le giornate facendo ciò che mi piace e amando la mia vita.

Oggi, posso dirlo con certezza, debsMadness non è più un personaggio creato per divertimento, curiosità o passione… debsMadness sono io.